«La mia storia con don Marco» In Procura un’altra minorenne

«La mia storia con don Marco» In Procura un’altra minorenne

COMO Don Marco le aveva fatto credere di essere l’unica. Una storia esclusiva, la loro, seppur clandestina e proibita. Almeno è questo che lei ha raccontato, a verbale, agli inquirenti che stanno indagando sulle violenze sessuali per le quali don Marco Mangiacasale, ex parroco di San Giuliano, è tuttora rinchiuso in una cella del Bassone.
Diciassette anni. Comasca. Si è presentata in Procura per formalizzare il suo stupore di fronte a quanto emerso in queste settimane di indagini a carico del sacerdote. La giovane ha spiegato agli investigatori di aver intessuto, per molti mesi, una relazione sentimentale e sessuale con il parroco. Messaggini con il cellulare, mail, incontri – come raccontato anche dalle altre ragazze coinvolte, loro malgrado, nell’inchiesta – avvenuto nell’appartamento di via Maurizio Monti dove risiede don Marco.
Ben difficilmente il racconto della ragazza si trasformerà in una nuova accusa a carico del religioso. La giovane, seppur minorenne, aveva già compiuto i 16 anni quando ha cominciato a frequentare don Mangiacasale.

www.laprovinciadilecco.it/stories/C…ltra_minorenne/

 

Advertisements