Accuse choc delle Iene contro un Prete di Marano. Verdi Ecologisti: “La Chiesa napoletana conosceva da oltre un anno questa immonda vicenda”

Lunedì 02 Aprile 2012 09:16

NAPOLI- “La Curia di Napoli – denuncia il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli – conosceva molto bene tutti gli scandali sessuali di Don Francesco De Vivo da almeno un anno. Da quando cioè io consegnai nelle mani di una persona di estrema fiducia del Cardinale Sepe e davanti a testimoni una cospicua documentazione ed una serie di denunce che erano giunte ailla sede dei Verdi della Campania. Mi fu assicurato che ci sarebbe stato un intervento rapido e risolutore che invece devo constatare purtroppo non essere mai avvenuto se non dopo il servizio delle Iene dell’ altra sera.

Io credo che i preti stupratori o pedofili siano criminali come gli altri se non peggio degli altri e che la Chiesa dovrebbe intervinire con determinazione e rapidamente contro di loro non aspettare che i mass media o l’ autorità giudiziaria intervenga. Tra l’ altro avevo raccontato dei particolari raccapriccianti su questo parroco che erano facilmente riscontrabili”.”Come è successo con il prete che andava con le minorenni mai allontanato dalla provincia di Napoli – conclude Borrelli – anche in questo caso la Chiesa ha perso un’ occasione per allontanare e punire in tempi rapidi alcuni suoi esponenti che sono accusati di reati immondi. L’ amarezza è nel constatare che preti anicamorra straordinari come Don Aniello Manganiello sono stati esiliati da Napoli con motivazioni a nostro avviso molto discutibili mentre personaggi come Don Francesco De Vivo hanno potuto operare per 23 anni nella stessa comunità, contro le regole ecclesiastiche, senza nessun intervento nei confronti dei crimini allucinanti di cui sono accusati. Ci auguriamo che almeno la giustizia terrena sia più solerte di quella spirituale”.

http://www.napolivillage.com/Napoli/cronaca-accuse-choc-delle-iene-contro-un-prete-di-marano-verdi-ecologisti-qla-chiesa-napoletana-conosceva-da-oltre-un-anno-questa-immonda-vicendaq-guarda-video.html

Advertisements