Vice parroco per più di vent’anni in un’importante parrocchia è stato trasferito negli ultimi mesi

Il caso – Vice parroco per più di vent’anni in un’importante parrocchia è stato trasferito negli ultimi mesi. Un diciassettenne ha filmato “un pomeriggio in sacrestia”. Informati i carabinieri. L’attuale parroco: “Aspettiamo le indagini”.
Prete della Bassa molesta minorenne
Lui lo filma col telefono e va alle Iene

Era vice parroco da più di vent’anni in un’importante parrocchia della Diocesi di Bergamo nella Bassa Bergamasca. Ma di recente è stato trasferito in un altro paese, non lontano, apparentemente senza motivo. I motivi del trasferimento, però, erano già sulla bocca di tutti in parrocchia e sono finiti in tv alle “Iene” nella puntata del 26 ottobre: due ragazzini, uno di 18 e uno di 17 anni, veniva molestati da don A. E finchè si trattava di un maggiorenne non c’erano reati, per quanto la condotta del prete fosse sicuramente deprecabile da parte della curia.
C’era di mezzo però anche il 17enne, che si è alleato con l’amico e ha voluto firmare quanto avveniva in alcuni pomeriggi passati in sacrestia. Ne è venuto fuori un filmato che anche le Iene hanno voluto evitare di mandare in onda, proponendo una ricostruzione grafica di quel che avveniva. Un filmato che, secondo la trasmissione di Italia 1, sarebbe stato anche consegnato ai carabinieri del comando provinciale di Bergamo e quindi alla compagnia di Treviglio, competente sul territorio di quella parrocchia.
Don A. tocca nelle parti intime il 17enne, pronuncia frasi piuttosto sconce, si lascia andare ai più bassi istinti, senza sapere che il ragazzino lo sta filmando. Un lavoro da “Iene”, appunto, fatto in casa. Un episodio che ricorda il caso di S. R., il sacerdote di 51 anni che la mattina del 28 novembre del 2010 fu trovato morto nelle campagne tra Masano di Caravaggio e Pagazzano, suicida. Si era tolto la vita: a giugno del 2010 era finito anche lui nel mirino delle Iene. In servizio al Santuario di Caravaggio aveva molestato alcuni ragazzini ed era stato poi mandato in una comunità di recupero. Ma non aveva retto.
Ora un’altra denuncia, sempre da parte della trasmissione di Italia 1, stavolta grazie ad un ragazzino che ha voluto confezionare da solo il suo video. Il servizio delle Iene, per motivi ignoti, non è stato messo online. Anche in questo caso un attore della trasmissione di Italia 1 ha raggiunto il prete, per verificare al meglio la testimonianza (anche video), dei ragazzini.
Nella mattinata di ieri (domenica 30 ottobre) l’attuale parroco del paese dove don A. era stato vice, ha voluto parlare di questo caso ai suoi parrocchiani: “Attendiamo le indagini, so che molti sono rimasti colpiti da quanto accaduto e trasmesso in tv”.

www.bergamonews.it/bassa/articolo.php?id=48768

Advertisements