1985. Ratzinger si oppose a rimozione di prete pedofilo

Una lettera del 1985, in possesso dell’Associated Press, dimostrerebbe che Joseph Ratzinger, l’allora prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede, si oppose alla riduzione allo stato laicale di un prete pedofilo.

L’Associated Press’ rende nota l’esistenza di una lettera firmata nel 1985 da Joseph Ratzinger nella quale l’allora prefetto della Congregazione per la Dottrina
della fede, oggi Papa, faceva resistenza alla riduzione allo stato laicale di un sacerdote pedofilo statunitense, padre Stephen Kiesle, spiegando che ciò avrebbe avuto conseguenze sul “bene della Chiesa universale”. La missiva, ottenuta dall’agenzia stampa statunitense, è parte della corrispondenza tra il Vaticano e la diocesi di Oakland.
A quanto riferito dall’ Associated Press’, il Vaticano ha confermato la firma di Ratzinger sulla lettera ma ha rifiutato di commentarne il contenuto.

CNRmedia 9/04/2010

http://www.cnrmedia.com/cronaca/newsid/981…e-pedofilo.aspx

” LETTERA SCOPERTA DA NOI, VATICANO
PREOCCUPATO SOLO DELLO SCANDALO”

Notizia del Giorno

La lettera dell’85, che mostrerebbe come Ratzinger sapesse di un caso di abusi da parte di un prete statunitense, è stata trovata dall’avvocato Jeff Anderson. A CNRmedia il legale dice che il Vaticano era più preoccupato di coprire lo scandalo che di tutelare i bambini. Leggi la lettera.

“Abbiamo fatto causa negli Stati Uniti contro la diocesi di Oakland e come risultato li abbiamo costretti a fornire alcuni documenti. Tra queste carte abbiamo trovato svariate lettere che il vescovo J.S. Cummins ha inviato al Cardinale Ratzinger e al Vaticano in cui spiegava che c’era un prete che abusava dei bambini”. Lo afferma a CNRmedia l’avvocato americano Jeff Anderson che difende vittime di abusi da parte di religiosi in tutti gli Stati Uniti. Sul sito del suo studio si può leggere la risposta di Ratzinger e l’intero scambio epistolare.

“Il Vaticano ha continuato per ben 6 anni a non fare nulla, e quando hanno agito hanno deciso di non ridurre il prete allo stato laicale anche quando si trovava in carcere – aggiunge Anderson – perché erano molto più preoccupati dello scandalo e di proteggere la reputazione della Chiesa che della sicurezza dei bambini”.

CNRmedia 9/04/2010

http://www.cnrmedia.com/cronaca/newsid/981…o-scandalo.aspx

La traduzione della lettera di Ratzinger in risposta alla diocesi di Oakland
pubblicato il 9 aprile 2010 alle 23:09 dallo stesso autore 

Pubblichiamo una parte della traduzione dal latino della lettera inviata da Joseph Ratzinger alla diocesi di Oakland (traduzione a cura di Milena Marinò)

Eccellentissimo signore,

dopo aver ricevuto la tua lettera del giorno 13 settembre, a proposito della causa di dispensa da tutti gli oneri sacerdotali che riguarda il reverendo Stephanum Miller Kiesle, di codesta diocesi, è mio dovere comunicarti quello che segue.

Questo Dicastero, sebbene ritenga di estrema importanza gli argomenti addotti a favore della dispensa richiesta nel caso, tuttavia stima necessario considerare il bene della chiesa universale insieme a quello di colui che fa la richiesta e per questo motivo non può sottovalutare i danni che la concessione della dispensa può provocare nella comunità dei fedeli, considerata, soprattutto, l’età giovanile di chi fa la richiesta.

E’ quindi opportuno che questa Congregazione si accosti ad un esame alquanto accurato di un caso di tal natura, poiché richiederà necessariamente uno spazio di tempo piuttosto lungo.

Nel frattempo sua eccellenza non tralasci di seguire con la cura paterna che può il richiedente manifestando, inoltre, convenientemente al medesimo la ragione del comportamento (modo di agire) di questo dicastero, che suole procedere

Ottenuta questa occasione, ti attesto i miei forti sentimenti di stima, restando sempre il suo

Joseph Ratzinger

[orator in latino classico ha un altro significato, la sua traduzione più logica è “colui che chiede, richiede”]

http://www.giornalettismo.com/archives/58653/traduzione-della-lettera-ratzinger/

Advertisements