Gli abusi nella Chiesa cattolica Olanda, 137 religiosi sospettati di pedofilia

Lo rivela l’inchiesta di un’emittente radiofonica. E intanto si scioglie il partito dei pedofili

Bruxelles – Secondo un’inchiesta condotta da Radio Netherlands su sacerdoti, suore e insegnanti che avrebbero molestato minori, i religiosi coinvolti nello scandalo dei presunti casi di abusi nelle scuole cattoliche olandesi negli anni ’50, 60 e 70 sarebbero 137. Secondo l’emittente, che ha raccolto almeno 128 testimonianze di ex studenti molestati, il picco degli abusi si sarebbe verificato negli anni ’50 (43 denunce) e ’60 (62). La Commissione consultiva episcopale “Aiuto e diritto” parla di 350 denunce.

Nelle stesse ore è giunta anche la notizia dello scioglimento, proprio in Olanda, del controverso e criticato (ma mai messo fuori legge) partito dei pedofili. Fondato quattro anni fa, il `Partito dell’Amore fraterno, della libertà e della diversità’ (Pnvd) sosteneva teorie inquietanti come l’impunibilità degli adulti che hanno rapporti sessuali con bambini di 12 anni. Nel corso di un’assemblea tenuta domenica scorsa, si è preso atto di non aver raggiunto, per la seconda volta consecutiva, le firme necessarie per potersi presentare alle elezioni politiche.

http://www.voceditalia.it/articolo.asp?id=47904&titolo=Olanda,%20137%20religiosi%20sospettati%20di%20pedofilia

Advertisements