Pedofilia/ Austria, nuovi casi di abusi in 2 istituti religiosi

Abate St.Peter Salisburgo confessa e offre sue dimissioni

Vienna, 9 mar. (Apcom) – Casi di abusi sessuali nei confronti di minori emergono anche in due istituzioni cattoliche in Austria. I reati sarebbero stati commessi negli Anni Settanta e Ottanta e – secondo la stampa austriaca – il padre superiore dell’abbazia St. Peter a Salisburgo ha ammesso di essere coinvolto in uno degli scandali e ha annunciato le sue dimissioni. L’abate Bruno Becker ha riconosciuto di avere abusato di un giovane austriaco, che oggi ha 53 anni, ha riferito la radio pubblica Oe1. A quel tempo Becker aveva 24 anni e non era ancora prete. La vittima aveva 12 anni. Da allora – secondo Becker – “non ci sono stati altri casi di questo tipo”. A fine 2009, i religiosi hanno offerto in una lettera alle vittime 5mila euro in cambio del loro silenzio, dato che i fatti sono prescritti, ha aggiunto Oe1. Intervistato dalla radio, l’arcivescovo di Salisburgo, nel nord dell’Austria, Alois Kothgasser, ha dichiarato che si parla di “danni e interessi”. “Vogliamo stabilire con le vittime la somma (dell’indennizzo)”, ha indicato. Una vittima ha affermato di essere stata maltrattata sessualmente per sei anni da due ex religiosi dell’abbazia benedettina. Questi due, uno dei quali è deceduto, sono stati arrestati nel 2005 per abusi sessuali su minori in Marocco, secondo la procura di Salisburgo. Uno dei due è stato condannato in Austria per questi fatti. Nel Vorarlberg (ovest del Paese), il quotidiano locale Vorarlberger Nachrichten ha rivelato oggi un altro caso di abusi sessuali in un convento religioso a Bregenz, che risale agli anni Ottanta. Il religioso, autore presunto dei fatti, è stato successivamente inviato in un altro istituto in Tirolo (ovest) e non è stata depositata alcuna denuncia, ha detto al giornale l’abate Anselm va der Linde, da un anno responsabile del chiostro di Mehrerau, da cui dipende l’internato. I nuovi casi avvengono mentre a fine gennaio è scoppiato un mega-scandalo a catena su casi di pedofilia in istituzioni religiose in Germania. (fonte Afp)

www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=884205

Advertisements