“Don Lu”, dalle e-mail ora spunta un’amante

“Don Lu”, dalle e-mail ora spunta un’amante

27 febbraio 2010

Don Luciano Massaferro resta in carcere nonostante la duplice istanza della difesa alla scarcerazione, ma l’inchiesta si arricchisce di particolari curiosi. Da uno dei computer del prete sequestrati e sottoposti a perizia sarebbe scaturita la presenza di un rapporto sentimentale abbastanza stretto tra il sacerdote e una delle frequentatrici della parrocchia.

«Rapporto spirituale particolarmente intenso scaturito dall’appoggio morale ricevuto in un momento particolare della vita», avrebbe sostenuto la donna, mentre le trascrizioni delle e-mail (non è un caso che all’ultimo faccia a faccia fosse presente anche il perito informatico della procura) hanno convinto gli inquirenti dell’opposto.

I dettagli sul Secolo XIX in edicola

http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/p/savona/2010/02/27/AMgT3gQD-spunta_amante_dalle.shtml

Alassio: don Luciano Massaferro aveva una amante

Don Luciano Massaferro, il prete arrestato per presunte violenze su una sua chierichetta il 29 dicembre scorso, aveva un’amante. Lo si sarebbe scoperto analizzando i computer che il prete utilizzava per la sua attivita’ nelle parrocchie di San Vincenzo e di San Giovanni ad Alassio. A riportare la notizia è Il Secolo XIX oggi in edicola. La donna, ascoltata dagli inquirenti, si sarebbe detta totalmente estranea alla vicenda. “Si tratta di un rapporto spirituale particolarmente intenso scaturito dall’appoggio morale ricevuto in un momento particolare della vita”. Ma secondo quanto avrebbero appurato gli inquirenti il legame tra il sacerdote e la donna sarebbe decisamente diverso. Intanto i legali del prete, Alessandro Chirivi’ e Mauro Ronco, hanno annunciato il ricorso in appello contro l’istanza bocciata dal giudice Emilio Fois per la scarcerazione di don Luciano che accusa anche problemi di salute. Sottoposto a perizia psichiatrica nel carcere di Valle Armea a Sanremo, il prete continua a ricevere la visita dell’avvocato Chirivi’. ‘Il mio cliente e’ provato per questa esperienza carceraria ed e’ immaginabile-dice il legale- Riteniamo che sia innocente e quindi il regime carcerario per lui e’ piu’ difficile da sopportare’.

r.c.

Sabato 27 Febbraio 2010 ore 10:24

www.savonanews.it/it/internal.php?news_code=70756

 

 

Advertisements