Alassio: don Luciano, per lui anche un processo canonico

Resta in carcere don Luciano Massaferro accusato di aver violentato una sua chierichetta ora sottoposto anche a perizia psichiatrica. Negli ambienti della Curia di Albenga-Imperia si sta ragionando anche sul «dopo». Intanto perché la «reggenza» delle parrochie di don Luciano, al momento affidata al vicario mons. Brancaleoni, non può protrarsi all’infinito. E quindi il vescovo prima o poi dovrà decidere se e a chi affidare le parrocchie stesse a un amministratore in «sede plena». L’altra questione è legata alla valutazione che la Curia dovrà prendere sulla posizione di don Luciano. La prassi sembra suggerire l’apertura di una «indagine previa» (equivalente all’indagine preliminare) quindi un processo canonico. Per le accuse più gravi (e tra queste la violenza sessuale e la pedofilia) può essere avocato, e comunque viene «monitorato», dalla Santa Sede.

r.c.

Mercoledì 10 Febbraio 2010 ore 07:00

www.savonanews.it/it/internal.php?news_code=69663

 

Advertisements