Marigliano: le Iene scoprono frate molestatore al convento di San Vito

Marigliano: le Iene scoprono frate molestatore al convento di San Vito
Inviato da Redazione il 17/10/2009

MARIGLIANO – Tutto è cominciato con una segnalazione sul blog del noto giornalista Giulio Golia, facente parte della trasmissione televisiva d’inchiesta “Le Iene” in onda tutti i martedì sera su Italia 1. In questa segnalazione, P.C., mariglianese, chiedeva aiuto a Golia per sfuggire da un prete molestatore. È stato proprio al celebre giornalista che il ragazzo (il quale ha voluto mantenere l’anonimato durante le riprese) ha ricostruito la vicenda. Così come tanti adolescenti e giovani, P.C. si reca abitualmente presso il convento dei Frati Minori di San Vito, divenuto vero e proprio centro di aggregazione giovanile. Il giovane aveva eletto a suo padre spirituale uno dei frati, recandosi spesso a parlare con lui per confidare le difficoltà della vita quotidiana e trovare un conforto: la sua situazione, infatti, si era negli ultimi tempi aggravata a causa della perdita del lavoro e dei frequenti litigi con la fidanzata, la quale premeva per il matrimonio.

La reazione del frate a queste confidenze è stata, a dir poco, inconsueta: prima ha invitato il ragazzo ad abbracciarlo e poi ha cominciato a palpeggiare le sue parti intime. Alla reazione stranita del ragazzo, il frate ha opposto un atteggiamento ancor più grave: ha cominciato a canzonare il fedele per la sua mancanza di “reazioni”. “Ma a me piacciono le donne” ha ribattuto seccato il ragazzo, poi si è allontanato dal convento.

Tanta è stata la rabbia, tanto lo stordimento che il giovane P.C. ha deciso di rivolgersi alle “Iene”, programma televisivo che spesso si è occupato di perversioni in ambienti ecclesiastici. Il procedimento è stato semplice: con una telecamera nascosta, fornita dalla troupe di Mediaset, il ragazzo si è recato nuovamente dal sacerdote. Giunti nel chiostro del convento, la scena si è ripetuta: tentativi di abbraccio, palpeggiamenti, insulti. “Ma non è peccato?” ha chiesto, provocatoriamente P.C., ricevendo una risposta a dir poco sorprendente: “No!”.

Le Iene, però, non si sono fermate qui: prima Golia si è rivolto ad un’altra struttura religiosa per chiedere quale fosse il comportamento da adottare; la risposta è stata scontata: informare immediatamente il priore. Ed è quello che il giornalista ha fatto: nella prossima puntata delle Iene, infatti, andrà in onda una breve intervista con il priore del convento dei frati minori di San Vito, Padre Lorenzo; il quale ha, tra l’altro, avviato le procedure per allontanare d’urgenza il frate immortalato nell’inchiesta delle Iene.

La notizia del padre molestatore ha gettato scompiglio nell’intera città di Marigliano. Le reazioni sono state molteplici: all’unanime condanna degli atteggiamenti del frate si uniscono le osservazioni di chi ha ritenuto fuori luogo ricorrere alla televisione ritenendo più opportuno informare il priore (oppure il parroco od il vescovo) e finanche le forze dell’ordine. Non è di certo la prima volta che la diocesi nolana viene sconvolta da casi di preti molestatori: ha fatto scandalo il caso scoppiato diversi anni fa del parroco di Scisciano che, nel segreto del confessionale, palpeggiava le fedeli. La reazione, però, fu diversissima: le madri delle ragazze gli tesero un “agguato” armate di bastoni e, dopo aver malmenato il sacerdote, informarono il Vescovo della vicenda. Anche in quel caso il sacerdote fu allontanato dalla sede dello scandalo.

http://www.cliccamarigliano.net/modules/news/article.php?storyid=4545

Advertisements