Preti pedofili/ Mussolini: Verificare i fatti di Verona

Preti pedofili/ Mussolini: Verificare i fatti di Verona
Mons. Zenti difenda le vittime e lotti per la verità
postato 25 min fa da APCOM

Roma, 23 gen. (Apcom) – Alessandra Mussolini, presidente della Commissione bicamerale per l’infanzia e segretario nazionale di Azione Sociale-Pdl, critica duramente le parole di monsignor Giuseppe Zenti, vescovo di Verona, sul caso dei presunti abusi sessuali all’istituto per sordomuti Antonio Provolo, portati alla luce da una inchiesta dell”Espresso’.

“In vicende drammatiche come questa, dove vi potrebbe essere stata una grave mortificazione fisica e morale di giovani esseri indifesi – dice Mussolini – la prima, e forse unica, cosa che una persona di buon senso dovrebbe fare è sostenere le vittime e lottare per l’accertamento della verità. A maggior ragione – prosegue – se tale persona è un rappresentante della Chiesa cattolica. Al contrario, i toni della conferenza stampa tenuta da monsignor Zenti sono sembrati in alcuni momenti tendenti esclusivamente a difendere la propria organizzazione: non si spiegano altrimenti affermazioni come ‘montatura’ e ‘menzogne'”.

Per la Mussolini, “sono stati raccontati fatti che per la loro gravità e per il contesto nel quale si sarebbero verificati vanno verificati a fondo. Il Santo Padre sulla pedofilia commessa dai preti è stato fin troppo chiaro. Pertanto – conclude l’esponente di Azione Sociale-Pdl – l’unico obiettivo da perseguire con tutte le energie in questa vicenda, anche da parte della Curia veronese, è la verità”.

http://notizie.alice.it/notizie/politica/2009/01_gennaio/23/preti_pedofili_mussolini_verificare_i_fatti_di_verona,17689219.html

Advertisements