Missionari pedofili tra eskimesi. 50 mln di $ di risarcimento

Usa: abusi sessuali su eschimesi, gesuiti pagheranno 50 milioni di dollari
lunedì 19 novembre 2007
L’ordine dei gesuiti ha accettato di pagare 50 milioni di dollari per chiudere cause legali avviate da 110 eschimesi dell’Alaska, che sostengono di essere stati vittime di abusi sessuali da parte di religiosi tra il 1961 e il 1987. L’annuncio e’ stato dato dai legali dei promotori delle azioni giudiziarie, secondo i quali si tratta di una cifra record per un ordine religioso. La Compagnia di Gesu’, attraverso il padre provinciale dell’Oregon, John Whitney, responsabile per l’Alaska, ha sottolineato che l’annuncio e’ pero’ ”prematuro” perche’ devono essere definiti una serie di dettagli.

Al centro della cause per risarcimenti e’ l’operato nei decenni scorsi di una decina di preti e tre missionari che sono stati accusati di aver abusato di minori in 15 villaggi dell’ Alaska abitati da eschimesi.

La Compagnia di Gesu’ ha negato di aver inviato ‘in esilio’ in Alaska sacerdoti di cui conosceva le tendenze sessuali, come invece sostengono alcune delle vittime. Lo stato nel nord-ovest del continente americano viene invece definito dai gesuiti come ”una delle terre di missione piu’ difficile” e per questo la Compagnia sostiene di inviarvi i migliori missionari. (Ansa)

http://www.agenziaradicale.com/index.php?o…=1871&Itemid=54

Advertisements