Il Vaticano scarica don Gelmini:

IL CARD. MARCHISANO: SI AUTOSOSPENDA
Affidi comunità ad un fiduciario. Alzare i toni controproducente

Roma, 7 ago. (Apcom) – “Per salvare dalla bufera una realtà così importante, don Gelmini dovrebbe fare un passo indietro e lasciare la guida della comunità Incontro ad un altro sacerdote finché non sia stata fatta chiarezza sull’intera vicenda”. Il consiglio al prete anti-droga sotto inchiesta a Terni per abusi sessuali arriva dal cardinale Francesco Marchisano, ex vicario papale per la Città del Vaticano e attuale presidente dell’ufficio del Lavoro della Sede Apostolica.
L’invito ad “autosospendersi dal suo incarico ed affidarsi ad un fiduciario per potersi meglio difendere senza coinvolgere la comunità” arriva tramite un’intervista alla Stampa. Il cardinale Marchisano giudica “sbagliato agitare lo spettro di complotti anticlericali. Così si soffia sul fuoco, invece di abbassare i toni e ciò è una grave minaccia per la benemerita istituzione creata da don Gelmini. Prese di posizione gridate e sopra le righe hanno un effetto terribile. Gridare alla congiura contro la Chiesa è un pericoloso boomerang. Anche tenuto conto di come sta impostando la sua autodifesa, sarebbe meglio separare le vicende personali di don Gelmini dalla sorte di una grande realtà come la comunità Incontro”. Il porporato definisce infatti “esagerata” l’autodifesa del sacerdote sotto inchiesta. “Terribili le parole, poi ritrattate, sulla lobby ebraica. Poi le scuse e altre polemiche dannose. Ha alzato troppo i toni: è una reazione umana ma molto controproducente”.
“Il modo più proficuo di affrontare la situazione – conclude il cardinale Marchisano – mi sembra quello di indicare due o tre persone per la guida della comunità e controbattere punto su punto alle accuse senza alzare polveroni,. Queste colossali iniziative di volontariato che di per sé sono ottime creano anche delle reazioni. Per creare una realtà di queste dimensioni si impegnano colossali energie e può capitare che si commettano sbagli o si ceda a debolezze, però il male che dicono ci sia, poi bisogna veramente provarlo e per condannare qualcuno servono prove concrete”.

http://notizie.alice.it/notizie/politica/2007/08_agosto/07/don_gelmini_il_card_marchisano_si_autosospenda_stampa,12968622.html?pmk=nothppol

Advertisements