Atti osceni in luogo pubbllico, denunciato prete

Da: “Il Corriere di Caserta” del 01.04.2006, pag. 1 e 25

Il parroco è stato fermato dai carabinieri mentre era appartato con una 28enne alla periferia di Villa Literno
Lo scorso giugno il 50enne venne beccato a Castelvolturno mentre palpeggiava una minorenne

Atti osceni in luogo pubblico. Vengono denunciati a piede libero un prete di 50 anni, parroco a Sessa Aurunca, e la donna che lo accompagnava, che di anni ne ha 28.

Accade nel tardo pomeriggio di ieri alla periferia di Villa Literno. L’uomo, un parroco locale, si era appartato con la 28enne in un campetto solitariamente frequentato da coppiette.

Un’area isolata, ma non completamente, visto che proprio in quel frangente da quelle parti stava passando una gazzella dei carabinieri della stazione locale.

I due, secondo la ricostruzione degli inquirenti, incuranti del fatto che quiella zona fosse un’area di transito, continuavano a scambiarsi effusioni d’amore.

I militari, con l’imbarazzo che avviene probabilmente in questi casi, hanno deciso di intervenire.

La coppia è stata tradotta in caserma e proprio tra una spiegazione e l’altra, di fronte alla consegna dei documenti, l’imbarazzo dei carabinieri è aumentato. L’uomo, che continuava ad asserire che non stava facendo nulla di male, è attualmente un prete.

Non era vestito con gli abiti tipici dei parroci, ma la sua carta di identità, correlata da tanto di crocifisso e immagini sacre, parlava fin troppo chiaro.

Entrambi sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria e poi rilasciati dagli stessi uomini della Benemerita.

Ma a quanto pare non era nuovo a questo genere di cose il parroco sessano. Lo scorso giugno venne infatti sorpreso mentre palpeggiava una minorenne in uno stanzino a Castelvolturno.

Una vicenda che qualche mese fa fece molto discutere l’opinione pubblica non solo per quanto riguarda la vicenda in sé, ma per ciò che concerne la delicata posizione che i parroci occupano nella società.

Advertisements