Prete arrestato per pedofilia

Pavia, avrebbe abusato di tre adolescenti ricompensandoli con denaro

PAVIA – Pedofilia e violenza sessuale. Sono queste le accuse che hanno portato all’arresto di un prete pavese di 62 anni. Il sacerdote da mercoledì sera si trova agli arresti domiciliari per ordine del pm Luisa Rossi. Secondo l’accusa il sacerdote, che da alcuni mesi era stato trasferito in un piccolo comune alle porte di Pavia, avrebbe abusato di due fratelli di 13 e 14 anni e di un loro compagno di 15 anni, ricompensandoli con piccole somme di denaro. Le indagini, coordinate dai carabinieri, erano partite circa due mesi fa quando la madre dei due fratelli si è accorta che i suoi figli avevano troppi soldi e non riuscivano a giustificarne la provenienza.
La donna, dopo aver seguito i ragazzi, avrebbe scoperto il prete in atteggiamenti inequivocabili. Immediata la denuncia per violenza e pedofilia. Sull’inchiesta c’è il più stretto riserbo. Gli investigatori, infatti, ritengono che il prete possa aver commesso altri abusi negli oratori che ha gestito in passato.
I ragazzi coinvolti nella vicenda hanno confermato che il sacerdote li convinceva a seguirlo in campagna con la promessa di piccole somme di denaro, una decina di euro a testa.
La curia pavese non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali sulla vicenda, aspettando che la giustizia faccia il suo corso. Intanto il prete è stato ascoltato anche dai carabinieri, negando ogni tipo di accusa.
L’ordinanza di custodia cautelare è stata consegnata dopo due mesi di indagini a tappeto che hanno coinvolto due diverse parrocchie della provincia di Pavia.
Il sacerdote accusato di pedofilia, infatti, recentemente era stato allontanato dal suo incarico di responsabile dell’oratorio che ricopriva in una parrocchia tra Milano e Pavia. La curia lo avrebbe trasferito in un altro comune della Bassa pavese dopo aver ricevuto diverse lamentele da parte dei genitori dei bambini preoccupati per alcuni atteggiamenti ritenuti poco ortodossi. I magistrati pavesi interrogheranno il prete dopo Natale, mentre gli avvocati del sacerdote avrebbero già fatto richiesta per la revoca degli arresti domiciliari.

http://gefis.altervista.org/Archivio_Articoli_Giornalistici/2004/012_Dicembre_2004/Corriere_della_Sera_23-12-2004.htm

Advertisements