Si riapre il carcere per don Bruno Tancredi

Secondo le contestazioni il prete avrebbe abusato di cinque ragazzini tra i 14 e i sedici anni

Il gip del Tribunale di Teramo, Giovanni Cirillo, ha firmato una nuova ordinanza in carcere. Il prete, 53enne, era già stato arrestato lo scorso 25 luglio con la grave accusa di pedofilia. L’inchiesta era scattata nell’agosto del 2002, dopo che una mamma aveva trovato un biglietto sospetto nella tasca del proprio figlio. Da lì i carabinieri della Compagnia di Giulianova, che conducono le indagini, avrebbero scoperto che il prete avrebbe avuto rapporti sessuali con alcuni di questi ragazzi alcuni dei quali nel frattempo diventati maggiorenni. Il silenzio loro sarebbe stato comprato con caramelle, cioccolatini, piccoli regali, ricariche telefoniche. Ora le nuove accuse a carico del prete. Sarebbero almeno cinque le nuove testimonianze raccolte dai Carabinieri di Giulianova dopo il primo arresto di don Bruno Tancredi.Ragazzi di Monticelli, Cologna e Giulianova che avrebbero trovato il coraggio di raccontare ai genitori e quindi agli investigatori cosa succedeva nelle aule del catechismo dell’oratorio parrocchiale. Il riserbo tenuto è massimo e nessuna notizia è ancora emersa. i particolari raccontati dai nuovi testimoni sono tenuti segreti. Il sostituto procuratore Davide Rosati deve però aver evidenziato che non poteva più sussistere la permanenza in convento e che il prete avrebbe potuto riprendere i contatti. da qui la decisione di riportarlo a Castrogno dove nei prossimi giorni verrà nuovamente ascoltato.
F.Cap.Redazione online http://www.iltempo.it/2003/12/11/si-riapre-il-carcere-per-don-bruno-tancredi-1.811697
Advertisements